Il sito Macchinadelghiaccio.net propone recensioni delle migliori macchine del ghiaccio disponibili e guide su come scegliere quella più adatta per le proprie esigenze.

Cosa Sono le Macchine per il Ghiaccio

Granite, cocktail, sorbetti al limone, sono tutte bevande che possiamo consumare nella maggioranza dei locali che frequentiamo. Per fare in modo che tutte queste bevande possano essere servite nel modo giusto, è indispensabile la macchina del ghiaccio, un elettrodomestico innovativo, dal particolare design, compatto, formato da un efficiente sistema di refrigerazione abbinato a due vaschette.

Una delle due vaschette viene utilizzata per contenere l’acqua che deve essere congelata, l’altra, invece, serve per raccogliere il ghiaccio prodotto. Una macchina per il ghiaccio può rivelarsi un elettrodomestico molto utile da possedere in casa ma, prima di procedere con l’acquisto, è consigliabile conoscerne l’utilizzo e le caratteristiche.

Come Scegliere una Macchina per il Ghiaccio

La potenza è in assoluto l’aspetto più importante nella scelta di una macchina del ghiaccio, e si tratta di un valore che viene sempre espresso in watt. In base al wattaggio più o meno elevato di una macchina per il ghiaccio, infatti, viene definita anche la velocità di produzione dei cubetti e il consumo in termini di energia elettrica. Se il motore di una macchina di questa tipologia viene caratterizzato da un alto wattaggio, sarà in grado di produrre molti cubetti ad alta velocità, consumando però più energia. Naturalmente qui non è possibile dare un consiglio oggettivo, perché il wattaggio migliore dipende sempre dalle proprie esigenze.

Di contro, è comunque possibile sostenere un livello sotto al quale non si dovrebbe mai andare. Nella fattispecie, una macchina del ghiaccio domestica dovrebbe possedere un motore con un wattaggio compreso fra 150 e 250 watt. Al di sotto di questo livello sarà poco efficace, mentre al di sopra di questo valore è probabile che sia stata progettata per chi si occupa di ristorazione, con consumi troppo alti. Una macchina del genere è in grado di produrre circa 15 chilogrammi di ghiaccio al giorno, con una produzione media di 15 cubetti ogni 10 minuti. A questo punto conviene approfondire anche il discorso relativo al consumo di energia elettrica, perché si parla di una delle voci di spesa più impegnative per il budget familiare. Qui basta non esagerare con il wattaggio, studiando le proprie esigenze in fase di acquisto della macchina.

Se da un lato la potenza è essenziale in quanto a produzione di ghiaccio, velocità della produzione e consumo, dall’altro è importantissimo valutare anche la struttura di questo dispositivo. Il motivo è piuttosto semplice da intuire, una macchina del ghiaccio dovrebbe essere adatta all’ambiente che dovrà ospitarla, evitando di diventare un ingombro. In realtà, la struttura conta anche in termini di quantità di ghiaccio che il dispositivo è in grado di erogare. Per questa ragione, conviene studiare nel dettaglio ognuno di questi aspetti, dedicando loro lo spazio che meritano.

In commercio si possono trovare diverse tipologie di macchine del ghiaccio, e ogni tipo di dispositivo potrebbe variare parecchio in termini di dimensioni e di peso. Questo conta per una questione di adattabilità della struttura, perché non sempre le macchine per produrre ghiaccio vengono pensate per una casa. Per farti un primo esempio, le macchine a incasso e quelle da magazzino vengono progettate per una finalità d’uso industriale, quindi sono poco adatte per una casa. Al contrario, i dispositivi a libera installazione vengono realizzati proprio per un uso domestico. Di conseguenza, assicurano un ingombro di minore entità e soprattutto non richiedono un allaccio diretto alla rete idrica. Vediamo quali sono le misure proprie di questi dispositivi domestici. Di solito l’altezza è compresa fra i 40 centimetri e i 50 centimetri, mentre il peso oscilla intorno a 10 chilogrammi. Il peso è molto importante, perché le macchine del ghiaccio professionali sono quasi impossibili da spostare, dato che possono arrivare anche a 40 chilogrammi. Al contrario, un macchinario pensato per un uso casalingo non solo può essere installato ovunque, ma anche spostato con estrema semplicità.

I materiali che compongono una macchina per il ghiaccio andrebbero sempre studiati prima di arrivare all’acquisto, anche se sono spesso gli stessi. Nella maggioranza dei casi, infatti, le aziende impiegano la plastica dura o l’acciaio inox, e alle volte usano entrambi i materiali in combinazione fra loro. Ciò che conta, comunque, è che questi siano privi di sostanze tossiche, proprio perché si parla di componenti del settore alimentare. Per quanto riguarda la scelta tra plastica e acciaio, questa dipende sempre dal budget a disposizione dell’utente e dalle sue esigenze. L’acciaio è ovviamente più resistente nel tempo, ma è anche più pesante e alza il costo finale della macchina. La plastica dura è decisamente meno costosa, però non assicura una buona durevolezza del macchinario. Meglio scegliere l’acciaio inox dunque, anche perché oggi si trovano dei modelli di questo tipo ad ottimi prezzi.

Nei modelli domestici è sempre presente un serbatoio dell’acqua, che va a compensare l’assenza di un eventuale collegamento diretto alla rete idrica. La funzione del serbatoio è quella di fornire l’acqua necessaria per la produzione dei cubetti, cosa che invece diventa un inutile ingombro per i dispositivi ad uso industriale. Al contrario, un dispositivo pensato per la casa non dovrebbe possedere un allaccio idrico, perché non si ha l’esigenza di una elevatissima produzione di ghiaccio. Naturalmente un modello potrebbe avere un serbatoio di dimensioni diverse rispetto ad un altro, e quindi serve acquistarne uno capace di soddisfare la tua specifica richiesta quotidiana.

In molti non sanno che certe macchine danno la possibilità di personalizzare le dimensioni dei cubetti di ghiaccio, scegliendo tra misure diverse. Altri modelli permettono addirittura di creare dei cubetti di ghiaccio vuoti all’interno, i quali possono rivelarsi molto comodi per chi intende pestarli e trasformarli in granella. Di conseguenza, spesso conviene scegliere una macchina che dia la possibilità di realizzare cubetti sia vuoti che pieni. Questo perché si parla di macchinari molto versatili, che possono adattarsi alle esigenze del momento. In genere i dispositivi domestici di qualità permettono di selezionare le seguenti opzioni:
-Cubetti pieni grandi
-Cubetti pieni medi
-Cubetti pieni piccoli
-Cubetti vuoti

Poco sopra ti abbiamo parlato dell’importanza del peso e della presenza del serbatoio per l’acqua. Risulta essere indubbio che questi due fattori influenzano la praticità d’uso di una macchina di questo tipo, perché la rendono più o meno comoda da spostare in giro per la casa. Eppure, quando parliamo di praticità d’uso, facciamo riferimento a aspetti diversi dal peso e dal serbatoio. Nello specifico, ci riferiamo a tutti quegli optional che possono rendere il dispositivo più semplice e più confortevole da usare, insieme ad altri piccoli aspetti.
-Schermo. Nonostante non sia essenziale ai fini dello scopo della macchina del ghiaccio, la presenza dello schermo la rende comunque più preziosa. Il motivo sta nel fatto che il pannello consente a chi la usa di monitorare l’intero processo di produzione, quindi di valutare in corso d’opera le tempistiche. In secondo luogo, lo schermo facilita la scelta della forma del cubetto, insieme alla gestione complessiva del macchinario. Risulta essere chiaro che uno schermo di buona qualità dovrebbe anche avere una retroilluminazione, utile per vederlo anche al buio.
-Timer e termostato. Il timer è fondamentale per una questione di comodità e di programmazione del macchinario. Questo accessorio, non a caso, permette a chi usa la macchina di programmare la produzione del ghiaccio con largo anticipo, così da trovarselo pronto quando serve. Il termostato, invece, serve per indicare in tempo reale la temperatura interna delle macchine del ghiaccio.
-Facilità di manutenzione. Visto che si parla di un dispositivo legato al settore alimentare, è sempre importante mantenere puliti quei componenti che entrano in contatto diretto con il ghiaccio. Si parla ovviamente della vasca di raccolta dei cubetti e del serbatoio da riempire con l’acqua. Risulta essere importante che questi due componenti siano semplici da estrarre e comodi da pulire sia a mano che in lavastoviglie. A questo proposito, è comunque il caso di sottolineare che ogni componente della macchina non andrebbe mai lavata con saponi industriali o prodotti chimici.
-Rumorosità. Anche il rumore prodotto dall’elettrodomestico in funzione conta, perché una macchina troppo rumorosa infastidirebbe gli abitanti durante la notte o il giorno. Per fortuna, tutti i modelli domestici recenti vengono commercializzati specificando anche i decibel. Dunque il nostro suggerimento è di optare per un modello che produca un basso livello di rumore, intorno ai 30 decibel, evitando così il problema dell’inquinamento acustico.
-Filtro per la depurazione dell’acqua. Alcune macchine del ghiaccio offrono l’opzione del filtro per la depurazione dell’acqua. Questo componente potrebbe essere già incluso nel macchinario, oppure potrebbe essere presente solo l’alloggiamento. Ad ogni modo, è raro che un modello pensato per un uso domestico venga dotato di un filtro o dello spazio per il suo inserimento. Questa, infatti, è una caratteristica che si trova soprattutto nei macchinari per uso industriale.

Prezzi Macchine del Ghiaccio

I prezzi di questo straordinario elettrodomestico sono piuttosto variabili, in particolare si parte da un minimo di 100 euro fino ad un massimo di 1000. Se l’acquisto è di natura professionale, è meglio rivolgersi direttamente alla casa produttrice che invierà un proprio consulente per poter valutare la macchina adatta per soddisfare le diverse esigenze.

A proposito del prezzo, consigliamo di evitare sempre di valutare una macchina considerando solo questo fattore, perché viene influenzato da tantissimi elementi. Il modo migliore per valutare il prezzo è partire da uno studio preliminare di fattori quali la struttura e la potenza, cercando poi di scegliere una soluzione in linea con il tuo budget. Non dovrebbe essere difficile, visto che oggi ti abbiamo presentato una lista completa e chiara su ognuna di queste voci.

Macchine del Ghiaccio più Vendute

In conclusione, la macchina per il ghiaccio è davvero molto utile ed indispensabile in qualunque tipo di locale, dal semplice bar alla discoteca, dal ristorante e pub alla caffetteria. Gustare e sorseggiare la nostra bevanda preferita, servita nel giusto bicchiere, con ghiaccio, può assolutamente donarci refrigerio e farci stare meglio, soprattutto nelle lunghe sere d’estate.

Leggendo le recensioni pubblicate sul sito è possibile individuare la migliore macchina del ghiaccio per le proprie esigenze tra quelle disponibili.